+39 0124 818001   customerservice@ufs.it
cat40.png
Con la nascita del Catalogo 40 si può affermare che è stato fatto un doppio passo in avanti per quanto riguarda la produzione all’interno di UFS.

Il maschio “standard” UFS copre le normali esigenze degli utilizzatori, nel rispetto delle norme DIN. Nel catalogo sono presenti oltre 5.000 prodotti. La UFS realizza anche utensili filettatori su specifica richiesta del cliente; la produzione di questo tipo di utensili impegna l’azienda per circa il 30% del proprio fatturato. Inoltre tamponi e filiere con strumenti di controllo e calibrazione delle filettature (calibri).

Visualizza il Catalogo
Gli utensili UFS sono suddivisi in 4 linee prodotto, con prestazioni funzionali e di durata crescenti che offrono al cliente la possibilità di raggiungere migliori economie della propria produzione.
La LINE con utensili in acciaio HSSE, la PLUS con impiego di acciai a più alto contenuto di cobalto, la S-PLUS per acciai tenaci e con finiture di ultima generazione abbinate a rivestimenti TiN-G e la TOP che rappresenta la punta di diamante della produzione UFS con utensili progettati per la lavorazione di specifici materiali, anche in acciai sinterizzati da polveri, e con rivestimenti al plasma (PVD).
 
Ad alta resistenza, per lavorare materiali fino a 52 HRC, sono maschi in acciaio super rapido sinterizzato PM con alte percentuali di vanadio e cobalto e disponibili con trattamenti superficiali che presentano un’elevata resistenza all’usura ed all’ossidazione.
Per inox, ideali per gli acciai di difficile lavorabilità e a truciolo lungo. Gli acciai di base sono di tipo HSSV3, al 3% di vanadio, oppure in acciaio sinterizzato PM con alto contenuto di vanadio e cobalto. Le geometrie di taglio e il trattamento TXC impediscono la formazione del tagliente di riporto.
Per leghe leggere d’alluminio, leghe di rame a truciolo lungo e ferro magnetico dolce e leghe d’alluminio con silicio. Disponibili con filetto alternato AZ che evita la formazione della matassa di truciolo con un numero di tagli ridotto e vani di scarico ampi.
Per ghisa, costruiti in acciaio super rapido PM con basso angolo di taglio che, abbinato ad accentuate spoglie dorsali, rendono questa tipologia di maschi adatti a lavorare materiali abrasivi. Hanno una tolleranza maggiorata di tipo 6HX ed un rivestimento TiAlN, abbinato a processi di micro finitura superficiale. Anche con imbocco corto per maschiature con camera di scarico ridotta o elicoidali a 25° per applicazioni su ghise acciaiose (fusioni d’acciaio).
Per titanio, prodotti in acciaio da polveri PM con geometrie di taglio particolari. Elica 15° sinistra per fori passanti, elica 15° destra per fori ciechi. Anche disponibili in tolleranza 4HX e con trattamento TiCN per lavorazione delle leghe più gravose.
Per nichel, con la struttura a corpo rinforzato. Elica 10° sinistra per fori passanti ed elica 10° destra con rompitruciolo per applicazione su fori ciechi, anche in tolleranza 4HX, e maschi elicoidali a 25° con rastremazione posteriore.
Per maschiatura rigida sincronizzata, in acciai sinterizzati da polveri di qualità, i maschi vengono rettificati con tolleranza del gambo h6 per garantire la massima precisione ad alte velocità di taglio. Possono essere utilizzati anche nel caso di mandrini a calettamento termico.
In metallo duro integrale a tagli diritti per lavorazione di materiali molto abrasivi. Disponibili con foro centrale per il passaggio del lubrificante e con rivestimento superficiale TiCN.
Maschi a rullare in acciaio sinterizzato PM. I rivestimenti sono abbinati a particolari processi di preparazione superficiale per ridurre al minimo l’attrito tra utensile e materiale da lavorare. Disponibili con e senza canalini, anche in tolleranze 6HX e 6GX e con foro centrale del lubrificante interno tipo FOR oppure in modalità con uscite radiali tipo FORY. E i maschi a rullare K-ROLL per applicazioni ad alto rendimento su materiali a medio-alta resistenza.
 
La tempra degli utensili è totalmente assistita e certificata in UFS. I trattamenti superficiali (PVD), a partire dalla vaporizzazione e fino alla ricopertura con nitruro di cromo, nitruro di titanio, carbonitruro di titanio, nitruro di titanio e alluminio; anch'essa formulata e calibrata in UFS in relazione alle prestazioni che si richiedono all'utensile.
UFS conta ad oggi un centinaio di unità tra dipendenti, collaboratori e agenti. Una famiglia che man mano si è (orgogliosamente) allargata.
Sono 3 le locations operative. 
Nel Sito 1, oltre agli uffici, è collocata la produzione degli utensili standard e dei prodotti speciali che richiedono processi customizzati.
Un attrezzatissimo laboratorio di Ricerca e Sviluppo trova collocazione nel Sito 2 nel quale avvengono anche i controlli dei processi metallografici per tutto il ciclo di sviluppo del prodotto. 
In questo stabilimento sono anche collocati i forni per i rivestimenti al plasma (PVD).
Nel Sito 3, destinato anche alla ricezione delle materie prime, si eseguono gli sbozzati; trovano sede la torneria e i forni di tempra e di rinvenimento.